Sicurezza cantieri: i vantaggi di un software gestionale


IN QUESTO ARTICOLO:


piattaforma_cloud_400x210.jpgLa sicurezza di un cantiere temporaneo e mobile può essere molto complessa da gestire: anche i migliori professionisti del settore, infatti, rischiano a spesso di perdersi nella verifica e nella gestione di un numero sempre più crescente di documenti, autocertificazioni e procedure. Possedere un software gestionale permette di verificare, approvare, organizzare e condividere tutti i documenti riguardanti la sicurezza (e non solo) in modo semplice e intuitivo.

 

Quali documenti devono essere controllati in cantiere dal Committente, Responsabile dei lavori e Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE)?

La normativa vigente e nello specifico il Titolo IV del D.lgs. 81/08 stabilisce l’obbligo di effettuare verifiche documentali su imprese e lavoratori autonomi a carico del:

  • Committente o in sua vece Responsabile dei Lavori (se nominato). Che ha il compito di verificare l’Idoneità tecnico professionale (link) di tutte le imprese e lavoratori autonomi che entrano in cantiere attraverso: Visure Camerali, DURC, polizze RC, autocertificazioni, ecc.
  • Coordinatore in fase di Esecuzione (CSE). Che ha il compito di verificare documenti:
    • di carattere generale: POS, Procedure di sicurezza, autocertificazioni, valutazioni rischi specifici, PIMUS etc.
    • riguardanti il personale (es. attestati di formazione, attestati di addestramento mezzi, etc.)
    • riguardanti i mezzi e attrezzature (dichiarazioni CE, verifiche periodiche, libretti, ecc.)

A questi sono da aggiungersi anche documenti quali:

  • Notifiche preliminari e aggiornamenti
  • Verbali delle riunioni di coordinamento
  • Verbali delle visite ispettive
  • Procedure
  • Documenti riguardanti richieste o verifiche da parte di enti terzi (ATS, Ispettorato, Alta sorveglianza, ecc.)

E tutti i documenti che riguardano il progetto (architettonici, costruttivi, as-built), gli aspetti contrattuali e tecnici, ecc. 

In pratica una mole enorme di documenti che un tempo occupavano interi archivi cartacei ed oggi pc, mail e archivi cloud di tutti coloro che vengono coinvolti nella progettazione e realizzazione dell’opera.

 

Come si possono ridurre tempi e costi nella gestione della sicurezza in cantiere?

Come anticipato, la normativa e le sentenze della Cassazione impongono al Committente di verificare un numero sempre più crescente di documenti e di svolgere un’attività di supervisione (anche di tipo documentale) sui soggetti da lui individuati per gestire la sicurezza in cantiere (culpa in vigilando).

Ma cosa determina oggi il maggior spreco di risorse? In concreto la gestione di tutti i processi attraverso le mail, l’archiviazione su PC e cloud, la ridondanza dei controlli spesso effettuati da soggetti diversi su uno stesso documento.

Proviamo a fare un esempio concreto con uno dei tantissimi documenti.

Prendiamo a titolo di esempio l’attestato di formazione di un operaio di una ditta in subappalto.

  1. Il documento viene trasmesso dall’Ente di formazione alla ditta subappaltatrice, la quale lo controlla, lo archivia e lo trasmette via mail all’impresa appaltatrice
  2. L’impresa appaltatrice lo controlla, lo archivia e lo trasmette al CSE
  3. Il CSE lo controlla, lo archivia e registra i dati relativi alla scadenza di validità generalmente su un foglio xls, dopodiché (se anche gli altri documenti relativi a quella risorsa sono idonei) aggiunge l’operaio nell’elenco del personale autorizzato e lo trasmette al Committente
  4. Il Committente comunica alla portineria l’elenco aggiornato del personale autorizzato e, se previsto, comunica i dati alla risorsa incaricata della stampa del badge.
  5. La risorsa incaricata prepara il badge e lo trasmette all’impresa in subappalto
  6. La portineria sostituisce l’elenco del personale con quello aggiornato e aggiorna i fogli firme (se non è previsto il badge con relativo lettore)

In aggiunta a tutto ciò, quando l’attestato scade, il CSE richiede l’aggiornamento del corso all’impresa Appaltatrice riavviando tutta la procedura sopra elencata.

Se tutti i soggetti sopraelencati non dovessero più preoccuparsi di inviare mail, di tenere d’occhio gli scadenziari, di archiviare e aggiornare i documenti … quanto tempo verrebbe risparmiato?

La domanda che sorge spontanea è: Esiste un modo per semplificare la sicurezzaLA RISPOSTA È SI!

Oggi esiste un sistema cloud condiviso che consente:

  • All’impresa subappaltatrice di caricare in autonomia e in modo semplice i documenti
  • Al CSE di validarli con un semplice "flag"
  • Al Committente di aggiornare l’elenco del personale autorizzato in automatico
  • Di condividere i documenti con tutti i soggetti (impresa appaltatrice, CSE, RdL, Committente, ecc.) senza il rischio che vengano persi, modificati, cancellati
  • Di stampare i badge anche su carta e volendo anche a cura dell’impresa stessa
  • Al CSE o al Committente o alla portineria di controllare la validità dei badge con un qualsiasi cellulare anziché con un lettore badge

 

I vantaggi di un software gestionale

Una piattaforma gestionale è lo strumento ideale per accrescere la competitività della propria azienda o per gestire al meglio un cantiere, perché permette di apportare numerosi vantaggi e benefici, correlati alla semplicità di archiviazione, gestione e condivisione di un’enorme quantità di dati e informazioni in un unico database

È proprio su quest'ultimo aspetto che un software gestionale può migliorare e perfezionare la gestione della sicurezza all’interno di un cantiere.

 

Le caratteristiche fondamentali di un software gestionale: SafetyoneClick

La piattaforma cloud SafetyoneClick oltre alle caratteristiche sopraindicate presenta anche alcuni aspetti innovativi. Tra questi troviamo:

  • Facilità di utilizzo: SafetyoneClick consente il caricamento dei dati da parte di dipendenti e fornitori senza il bisogno di corsi di formazione
  • Risparmio: SafetyoneClick, oltre ad avere costi di gestione molto contenuti, permette di avere un archivio costantemente ordinato e di non perdere tempo nell’invio di e-mail o nella stampa dei documenti
  • Tutela legale: SafetyoneClick, tramite e-mail, comunica preventivamente e a tutti i referenti selezionati, le scadenze dei documenti, garantendo un monitoraggio costante ed efficiente anche da parte della Committenza.

SafetyoneClick, inoltre, implementa un sistema di Data Protection, di Back-up e di Criptazione proteggendo i dati, rispettando la normativa sulla privacy e garantendo, così, una sicurezza totale. 

Il risultato è una piattaforma gestionale on line con caratteristiche altamente professionali, progettata e sviluppata negli anni con la collaborazione di ingegneri, tecnici della prevenzione e informatici.

 

A chi si rivolge la piattaforma gestionale per la sicurezza SafetyoneClick?

La piattaforma, fornendo la possibilità di creare autonomamente una banca dati online accessibile ed utilizzabile da un numero infinito di utenti è particolarmente adatta a:

  • Aziende (nella gestione di fornitori, cantieri, commesse)
  • Committenti e RdL (nella gestione cantieri)
  • Coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione (nei cantieri)
  • RSPP aziendali (per la gestione della documentazione sulla sicurezza)

 

Cerchi un software gestionale? Restiamo in contatto

Se sei alla ricerca di un gestionale documentale in grado semplificarti la vita la piattaforma cloud SafetyoneClick fa al caso tuo. Contatta subito i nostri esperti e richiedi una consulenza.

CONTATTACI ORA PER RICHIEDERE INFORMAZIONI